Solo gli alberi hanno radici

Editorial reviews

Solo gli alberi hanno radici

[...@un autore in cui convivono la magica cultura latino-americana e l’altrettanto affascinante cultura mitteleuropea,[...].

[...]sembra Macondo. O un tino. In cui come mosto ribolle la vita, la forza estrema dei ricordi e delle speranze che, in una narrazione viscerale impregnata di realismo magico e di sensualità sfrenata,[...].

C’ tutto un mondo che pulsa, ama e odio, traffica e sogna, nel romanzo di Prenz. Ed è un microcosmo di gente qualunque, a tratti perfino anonima, ma che rivela di contenere dentro di sé un termitaio di avventure, aneddoti, infortuni, drammatiche esperienze, gioiose coincidenze, pronte a venire a galla ogni volta che lo scrittore, come uno scrupoloso entomologo, avvicina loro la lente d’ingrandimento della narrazione.

Prenz è un singolare, originale scrittore realmente cosmopolita e insieme radicato in un suo peculiare, personalissimo mondo fantastico, intellettuale e poetico.