Dimenticare nostro padre

Editorial reviews

Dimenticare nostro padre

Francesco Bolognesi ha scritto il libro che avremmo voluto saper scrivere, e che non vedevamo l’ora di leggere.

(...)un lungo luglio di paese, con il sole che non tramonta mai e il pallone sempre sotto il braccio, a correre in mezzo a giornate infinite, a scoprire cosa significa sentirsi amici, maschi, figli dei propri genitori.

I grandi romanzi insegnano che un buon protagonista serve a far appassionare e immedesimare il pubblico. Dimenticare nostro padre parla invece di un “noi” di gruppo: il protagonista è un’intera generazione, una delle ultime a vivere un’estate soprattutto analogica, una delle prime a confrontarsi con la moltitudine del mondo che bussa alla porta.