Dannati

Editorial reviews

Dannati

[...]una storia che sembra scritta da Dan Brown-pre Codice Da Vinci, da Andrea Frediani e con qualche colpo di inventiva inserito da Cooper.

L’ambientazione non è sicuramente una delle più allegre, ma non si può negare che trovarsi di fronte a personaggi come (attenzione mini-spoiler!) Garibaldi, Robespierre o Enrico VIII che si danno battaglia a suon di cannonate ha un suo fascino.

Il fatto è che Dannati, il suo ultimo romanzo, a prima vista presenta tutte le caratteristiche di quelle storie sfornate da un autore specializzato in cicli (tipo, nel caso di Cooper, il ciclo della Biblioteca) che vuole svincolarsi dalla propria immagine corrente scrivendo qualcosa di autonomo, ma pur sempre connotato all’interno del solito genere: e niente, il risultato è quasi sempre una schifezza.

Per ammissione dell’autore, la storia – che si muove in diverse epoche storiche – è troppo lunga per un solo volume e Dannati è solo il primo di una serie, i cui titoli successivi per ora non sono stati decisi.