Quando tutto era possibile

Editorial reviews

Quando tutto era possibile

Non c'è nulla di sorprendente o eccezionale nella trama, è un grande affresco, sofisticato, acuto, pungente, che racconta 30 anni di storia americana, sondando sentimenti peraltro universali.

Sullo sfondo degli anni Settanta libertari e contestatori, dei capelli lunghi che scandalizzavano i benpensanti, dagli zoccoli svedesi, ma anche dei messaggi universali di pace e amore, un gruppo di amici cerca l’identità e affinità di pensiero in quel periodo dorato della vita quando tutto era possibile.