La Cina sono io

Editorial reviews

La Cina sono io

È più onorevole, più utile, più sensato, più umano il martirio o il compromesso? Questo l’interrogativo che si intravede in filigrana in tutte le pagine di questo ambizioso romanzo in parte epistolare firmato da Xiaolu Guo, scrittrice ma soprattutto cineasta [...].

[...]un affascinante e complesso romanzo strutturato come un diario che parla di amore, di linguaggio e traduzioni, di letteratura, ma soprattutto ruota attorno al pivot di ogni artista cinese della sua generazione (è del 1973): la sanguinosa repressione di Piazza Tienanmen del 1989.