Teorema della pena capitale e ragioni del cuore

Teorema della pena capitale e ragioni del cuore

in EPUB format, also available for Kindle or in PDF

16,418 words (≈ about 1 hour)

Sulla condanna a morte è stato scritto “Teorema della pena capitale e ragioni del cuore” in un singolare dialogo, che è la forma letteraria più valida per ricercare la verità. Il libro, del quale poche copie vennero distribuite a conoscenti ed amici, fu finito di stampare la Domenica delle Palme del 1987.

Non esiste in quest’opera una tesi precostituita né a favore né contro, ma, utilizzando il criterio seguito da Aristotele nella tecnica della discussione,… (more)

Comments (0 comments)


No comment yet. Sign in to post a comment.

Book Details  


Language: Italian

Written in: 2011

Published: 2011-12-03

Word count: 16,418 words (≈ about 1 hour)

Tags: , , , ,


Biography 


GAETANO RUSSO

Una personalità complessa, nasce nella città di Ovidio, Sulmona, entra nell’Accademia di Finanza, lavora poi come segretario comunale, diventa infine questore, svolgendo compiti che gli svelano, da una parte, i concreti meccanismi che regolano le attività degli amministratori pubblici, dall’altra, le miserie che costellano l’esistenza dei burocrati, dei delinquenti e delle così dette persone perbene.

Fonda e dirige a Firenze, nell’aprile 1982, la rivista di Sindacato di polizia “Il Confronto”, preceduta, nell’attualità di un conflitto irrisolto, da un’allora rischiosa dissertazione, che fece molto scalpore nell’ambiente, volta a dimostrare la legittimità giuridica della difesa lavorativa, indagine che apparve nell’articolo di fondo di “Paese sera”, firmato coraggiosamente con la qualifica di vicequestore.

La lunga riflessione sul Diritto gli è servita, assieme all’amore della Filosofia, per sviluppare un’acuta capacità argomentativa, fondamentale nella creazione di quest’opera.
L’eccezionale attitudine logica si era in precedenza manifestata, fra l’altro, nello studio “La presunzione di non colpevolezza e l’assoluzione per insufficienza di prove”, pubblicato sulla Rivista specializzata ‘La Giustizia Penale’, Fascicolo IV – V – Aprile – Maggio 1973. Già in questo lavoro, usando strumenti interpretativi inusitati, fa emergere errori di ragionamento contenuti nella sentenza n. 124 della Corte costituzionale, emessa il 22 giugno - 6 luglio 1972.
Ma in misura ancora maggiore, nel periodo dei profondi contrasti politici in materia di divorzio, mette subito in evidenza un sottilissimo sofisma in cui era incorsa la Corte costituzionale, quindi gli illogici corollari nei quali era successivamente caduta la Corte di Cassazione.
Incredibile? “L’elemento di prova privilegiato è, ovviamente, la parola stampata quando è certa la data della pubblicazione” (Vittorio Messori). La dimostrazione si trova nello scritto “Note critiche sulle decisioni fondamentali in materia di divorzio, pubblicato nel 1977 al n.17 di “Nuova Rassegna di Legislazione Dottrina e Giurisprudenza”, scritto reso possibile dall’utilizzo in sede giuridica della tecnica della discussione, seguita da Aristotele, di formulare un quadro generale di tutte le proposizioni possibili.

Allo stesso modo si fa un accenno anche alle frontiere del misticismo solo perché ogni affermazione può essere documentata, citando per uno di questi casi la lettera pubblicata sul n.11 nov. 1971 della Rivista di S. Gemma Galgani in Lucca, contenente la testimonianza di una esperienza straordinaria.
E’ favorito anche da illuminazioni che gli indicano straordinari accostamenti.
Ricevute da una giovane zelatrice notizie sulla devozione del Bambino di Praga, apprese poi, attraverso la teologia dell’Infanzia, il senso di questo culto, consistente nel venerare Dio sotto forma appunto di Gesù bambino, “mistero dell’incrocio tra la famiglia divina e la famiglia umana”. All’improvviso sentì che questa identificazione veniva confermata nella cittadina ligure della riviera di Ponente, Arenzano, dove è onorata la Statuina. Infatti, l’anagramma della città è… Nazareno!
Straordinario è poi l’accostamento tra atrocità lontanissime nel tempo, rilevando che il 10 di Loos, giorno fatale degli incendi del Tempio provocati da parte degli imperi babilonese prima e romano poi, si ripresenta tragico nel disprezzo e cinica indifferenza dei valori umani quando il nuovo impero mondiale brucia Hiroshima.
E’ stato infine elargito da inconsapevole chiaroveggenza in un passo di questo stesso libro. Appare ad un punto cruciale del dialogo, scritto naturalmente in lingua italiana, dopo un lungo discorso in cui sono pronunciate le parole dettate da Gesù a Valtorta, la seguente dichiarazione fatta a Paula dal personaggio “Interrogato”: I love you, Paula.
Quando poi il Pontefice Giovanni Paolo II si recò negli USA, dove perorò la causa di questa ragazza, usò la stessa espressione, com’è ovvio in inglese: “ I love you, Paula” !

Inusuali furono pure le orazioni pubbliche pronunciate in occasione delle ricorrenze della Festa della Polizia.
Il 18 maggio 1990, di fronte ad una folla incredula, attonita e immersa nella trasparente purezza della pisana Piazza dei Miracoli, sviluppò un discorso sulla simbologia della Torre Pendente, sul quale il critico Carlesi gli scrisse due giorni dopo una lettera: “… rimasi colpito dal tono del Suo discorso… estraneo alla retorica che in genere accompagna queste celebrazioni… il secondo aspetto che sottolineai fu lo spazio riservato alla poesia dei monumenti abbinata alla poesia civile… un accoppiamento raro… “
Il 10 maggio 1991 scelse come palcoscenico per la manifestazione addirittura la Certosa di Calci, dove espresse concetti congeniali con la cultura appunto dei Certosini e con le sollecitazioni umanistiche provenienti, nella stessa sede, dai Musei storico – artistico e di Storia naturale, mostrando in quel magico luogo la sintesi tra scienza e religione, vero dialogo per la ricerca di un’etica comune. L’invito a visitare le Sale dell’Evoluzione dei vertebrati si tradusse, quale messaggio di civilizzazione, nella necessità di comprendere l’ultima essenza dell’uomo in cammino verso l’evoluzione finale dello spirito.

Per contattare l'autore potete scrivere a russogtn@gmail.com


Look for similar items  


>
>
>
>

Actions  

icon Add to a list

Published by

pescini
pescini
3 books

Favorites (0)

Downloads (594)

rk3y
danyela